Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria

Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria

Indirizzo: piazza Martiri della Libertà - Pisa | Mappa

Descrizione

Nel 1220, venne formalmente fondato dal domenicano Uguccione Sardo uno stabilimento ospedaliero con annessa chiesa all'interno delle mura della città di Pisa. Tuttavia, sia l'ospedale, sia la chiesa, erano già stati citati in un documento del 1211.

A partire dal 1251, furono intrapresi degli importanti lavori che portarono alla ricostruzione integrale di tutto il complesso, con una chiesa ed un convento più grandi. La costruzione di protrasse fino al 1326, anno in cui venne terminata la facciata della chiesa.

Dopo un furioso incendio divampato nel 1651, il complesso fu sottoposto ad un importante lavoro di restauro, nell'ambito del quale, tra le altre cose, vennero realizzati gli altari laterali della chiesa. Altri interventi di restauro furono realizzati nel secolo successivo.

In seguito alla soppressione degli ordini religiosi voluta dal Granduca di Toscana Pietro Leopoldo (1748), il convento fu chiuso e la chiesa divenne sede di una parrocchia.

A partire dal 1923 e fino al secondo dopoguerra, la chiesa è stata interessata da una serie di restauri che hanno avuto come scopo quello di riportarla ad uno stile vicino al gotico originario.

La facciata della chiesa è a capanna; costruita nel primo ventennio del XIV secolo, venne modificata tra il 1921 e il 1927 su progetto di Giacomo Donati.

L'interno della chiesa è a croce latina, con navata unica coperta con capriate lignee a vista.

Lungo la navata, si trovano quattro altari laterali secenteschi in pietra serena, con una statua processionale in legno dipinto raffigurante la Madonna col Bambino (primo altare di destra), Santa Caterina da Siena che riceve le stimmate (primo altare di sinistra), opera di Raffaello Vanni realizzata nel XVII secolo, la Predicazione di San Vincenzo Ferreri (secondo altare di sinistra), dipinta da Pietro Dandini nel XVII secolo, e San Raimondo che resuscita un morto (secondo altare di destra), tela di Cesare Varchesi dipinta nel XVII secolo.

Mappa

SEGUICI SU FACEBOOK

SEGUICI SU TWITTER

TOUR E VISITE GUIDATE NEI DINTORNI
MANGIARE E BERE NEI DINTORNI
DORMIRE E SOGGIORNARE NEI DINTORNI